L’invito di Roberto Filipo: «Serve l’approccio multidisciplinare per i pazienti»

Con i problemi di sordità serve non solo una diagnosi accurata, ma anche una valutazione specialistica complessiva, che comprenda l’osservazione, la protesizzazione o la chirurgia, a seconda dei casi.

È un’analisi a tutto campo quella che Roberto Filipo, specialista romano di esperienza clinica riconosciuta, propone al fine di individuare gli indirizzi più appropriati per trattare le patologie dell’orecchio. In Italia, al momento, diverse figure professionali si occupano in diversi momenti di uno stesso paziente, spesso senza comunicare fra loro: manca un approccio globale e multidisciplinare, con centri attrezzati per offrire una diagnosi e un indirizzo terapeutico personalizzati, come succede ad esempio nell’oculistica – sottolinea l’esperto – riferendosi al fatto che molto spesso le persone affette da patologie audiologiche si trovano ad affrontare i loro problemi senza un percorso tracciato, perdendo spesso tempo prezioso e rivolgendosi non raramente a numerosi interlocutori prima di trovare una soluzione soddisfacente.

Claudia Patrone