Aggiornamento: da Phonak nuovi materiali per classe medica ed operatori sanitari

Comunicazione

Un’efficiente diffusione degli ultimi ritrovati tecnologici in campo audiologico passa necessariamente attraverso la formazione degli operatori medici e degli specialisti, che si trovano a consigliare i prodotti migliori e più adatti ad ogni singolo paziente. È per questo che tutte le aziende produttrici di apparecchi acustici – e dei dispositivi derivati – dedicano una parte cospicua e significativa del loro lavoro ad illustrare le caratteristiche e le qualità degli articoli immessi sul mercato a chi, di fatto, dovrà e potrà meglio veicolarli. Ovvero, non già i venditori, quanto più facilmente i sanitari.

Anche Phonak non fa eccezione, e proprio di recente ha distribuito opuscoli e materiale informativo alla vasta platea di audiologi italiani presente nel database interno. È in particolare la Spice Generation, innovativa piattaforma tecnologica del marchio, la protagonista dei nuovi materiali di aggiornamento. Si tratta di soluzioni offerte in risposta alle necessità dei soggetti anacusici o con ipoacusie asimmetriche, come il sistema Phonak CROS, che racchiude al suo interno prestazioni d’avanguardia in dimensioni ridotte, ma anche l’occasione di benefici reali per le persone con ipoacusia da lieve a media, per le quali l’utilizzo dei nuovi apparecchi comporta migliorie soddisfacenti nell’ascolto in ambiente difficile a causa dei rumori di fondo e nel caso di programmi televisivi. La “Spice Generation” Phonak viene definita “l’unica binauralità con scambio audio e dati a banda larga” e, secondo l’azienda del gruppo Sonova, offre agli utenti potenzialità rivoluzionarie, “grazie a tre esclusive funzionalità: nuove tecnologie binaurali nei microfoni direzionali; regolazione intelligente e personalizzata del volume ‘Flex Control’; algoritmo SoundRecover per una migliore discriminazione delle frequenze acute”. La tecnologia HiBAN – Body Area Network – “sfrutta inoltre la connessione wireless degli apparecchi acustici con la tv e con tutte le altre fonti sonore esterne, cellulari e pc compresi”.

Per quanto riguarda gli altri operatori medico-sanitari, i clienti Phonak hanno ricevuto il nuovo interessante materiale scientifico che tratta delle possibili connessioni tra demenza senile e presbiacusia e delle conseguenti ripercussioni in termini di diagnosi e trattamento delle due patologie. Uno studio che arricchisce la collezione che gli audioprotesisti Phonak distribuiscono a medici di base, specialisti e farmacie.

E non è tutto. Dall’inizio del 2012 l’azienda ha rinnovato in chiave elettronica la tradizionale newsletter italiana “Sentiti Phonak”, che veniva ancora pubblicata nel formato cartaceo, al fine ammodernare la propria comunicazione istituzionale con le più efficaci tecniche contemporanee offerte dal web.

Fonte: www.phonakpro.com.

Foto © Phonak

C. P.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">