È la teleaudiologia digitale su dispositivo mobile il nuovo confine del settore?

Fa la parte di un audiometro digitale l'iAudiometer. © MelMedtronics

Audiologi di tutto il mondo all’appello dell’azienda MelMedtronics, per provare la nuova versione beta del Tele-iAudiometer: la finalità è quella di fornire informazioni preziose per la progettazione.

Da una schermata dell'iAudiometer. © MelMedtronics

Il 22 marzo scorso, la società MelMedtronics ha annunciato a livello planetario il lancio della versione beta della sua applicazione denominata Tele-iAudiometer. Questo nuovo prodotto costituisce il primo sistema digitale di teleaudiologia su dispositivo mobile, che include la comunicazione audio e video ed un’ampia gamma di test audiometrici già supportati dall’audiometro del marchio iAudiometer, il primo audiometro basato su iPad certificato ANSI S3.6 e ISO EN 60645. Come segnalano i produttori, questo sistema non ha bisogno di hardware aggiuntivo, oltre ad un iPhone o un iPad e alle cuffie audiometriche. Secondo quanto viene riportato da MelMedtronics, il sistema in oggetto è caratterizzato da un’architettura di comunicazione innovativa, conforme alla direttiva HIPAA, che permette la fruizione del test audiometrico e della comunicazione video/audio con una connessione di appena 0,5 MBps.

Facile approccio alla teleaudiologia con l'iAudiometer. © MelMedtronics

Dal comunicato stampa della compagnia il gruppo dirigente esprime soddisfazione per il lavoro svolto: «Il nostro sistema di telemedicina consentirà agli audiologi di effettuare esami audiometrici da remoto senza barriere geografiche», ha dichiarato David Holmes, l’amministratore delegato di MelMedtronics. L’azienda sta reclutando audiologi in tutto il mondo che siano interessati a provare in beta Tele-iAudiometer, allo scopo di fornire informazioni preziose al team di progettazione di MelMedtronics prima del lancio ufficiale del prodotto a metà del secondo trimestre del 2016.

Inoltre, la società MelMedtronics ha annunciato la completata registrazione dei suoi ventitré prodotti in campo audiologico con la FDA – Food and Drug Administration, e l’imminente registrazione con la Health Canada e la ISO:13485 per l’Europa. «Noi, in MelMedtronics, siamo in grado di sfruttare il nostro approccio innovativo alla telemedicina per creare prodotti mirati con una suite personalizzabile di opzioni. Anche se i prodotti iniziali sono iOS-centrici, siamo in fase di selezione di una serie di sistemi di cartelle cliniche elettroniche da cui possiamo importare ed esportare i dati del paziente e le informazioni del medico direttamente, tra cui il supporto al formato NOAH, che è lo standard del settore», ha aggiunto Gianna Lardaro, responsabile di prodotto di MelMedtronics.

Info: MelMedtronics.