Fresca delega di Mirella Bistocchi, Confindustria Dispositivi Medici: intervista

Mercato

Felice ospite della filiale italiana, Mirella Bistocchi ha accolto il fondatore di Starkey Hearing Technologies Bill Austin in occasione della sua recente visita in Europa. © C. P.

Un organismo che unisce le società che in Italia si occupano di strumenti e apparecchiature di uso sanitario è la Confindustria Dispositivi Medici, che sotto la presidenza di Massimiliano Boggetti rappresenta per la prima volta questo settore. Mirella Bistocchi è delegata ad Etica e Impegno Sociale.

La nuova costola della Confindustria vede confluire in un’unica associazione tutte le aziende produttrici e distributrici degli ausili specialistici, tecnici e tecnologici di supporto ai trattamenti terapeutici: lo stesso Massimiliano Boggetti, già al vertice dell’Assobiomedica e tuttora membro del Consiglio Generale della Confindustria, è incaricato ora di guidare le istanze di questa importante area strategica verso lo sviluppo economico e il rilancio dell’innovazione. La filiera di riferimento raggruppa quasi quattromila imprese, occupa ben oltre i settantamila dipendenti e genera un fatturato di sedici miliardi e mezzo di euro fra mercato interno ed esportazioni: un luogo della progettazione, della fabbricazione, dell’importazione e della fornitura in piena espansione, che lavora su un milione e mezzo di presidi quali attrezzature chirurgiche e diagnostiche, fra test di laboratorio e genetici, software di telemedicina e applicazioni per il monitoraggio della salute, protesi dentali, soluzioni per l’udito e sostegni alle disabilità e alla riabilitazione, per non parlare dell’intelligenza artificiale, dei biosensori e della robotica impiegati nella cosiddetta sanità digitale. L’indiscusso protagonista della medicina del futuro. La direzione generale di questo neonato dipartimento è affidata a Fernanda Gellona, già direttore generale di Assobiomedica, mentre diversi vicepresidenti affiancano Boggetti nel Consiglio di Presidenza: fra questi, l’audioprotesi e la branca dei dispositivi audiologici è rappresentata dall’amministratore delegato della Starkey Italy Mirella Bistocchi, per questo dimissionaria quale presidente dell’ANIFA – Associazione Nazionale Importatori e Fabbricanti di Audioprotesi, il cui impegno in seno alla Confindustria Dispositivi Medici è richiesto nell’ambito dell’Etica e dell’Impegno Sociale. L’abbiamo intervistata in relazione al nuovo lavoro.

Audiology Infos. Basterebbe un gioco di parole a partire dal suo cognome, per aprire nuove suggestioni sul carattere che è destinata ad assumere in seguito all'interessante nomina quale consigliere vicepresidente con delega ad Etica e Impegno Sociale della neonata Confindustria Dispositivi Medici, la federazione delle aziende che operano in questo ampio e specifico settore. Bistocchi, dopo avere retto la presidenza dell'ANIFA – Associazione Nazionale Importatori e Fabbricanti di Audioprotesi, le viene richiesto un secondo personale tocco per portare l'attenzione dalla costruzione e dal mercato dei prodotti al loro significato morale e umano rispetto all'ambiente contemporaneo: di per sé, una sfida assai stimolante e ricca di prospettiva, per cui non si può che augurarle un buon lavoro. In cosa consiste il suo nuovo impegno e quali idee la animano?

Mirella Bistocchi. Il mio impegno come vicepresidente di Confindustria Dispositivi Medici con delega all’Etica e all’Impegno Sociale sarà focalizzato allo sviluppo di questi due aspetti attraverso iniziative mirate e specifiche. Mi riferisco innanzitutto all’etica. L’impegno su questo fronte sarà orientato a valorizzare e diffondere il codice etico, avviando anche un dialogo con l’Autorità nazionale anticorruzione. Vogliamo fare in modo che, attraverso un comportamento etico e trasparente, vengano abbattuti i pregiudizi nei confronti delle imprese serie e responsabili, che sono la stragrande maggioranza. Le imprese di Confindustria Dispositivi Medici hanno infatti sottoscritto un codice etico condiviso, oltre a quello che molte realtà industriali hanno già in piedi al loro interno, che attraverso regole rigorose definisce il confine di pratiche da cui possono derivare comportamenti illeciti, aumentando il livello di trasparenza nel rapporto con i principali stakeholder del sistema della salute. L’obiettivo è quello di avere come associazione un ruolo proattivo nel contrasto della corruzione in sanità, ma anche lavorare in modo trasparente per lo sviluppo tecnologico e migliorare il percorso di salute delle persone. E facciamo la nostra parte, vigilando e cercando di isolare i comportamenti illeciti, almeno per quanto riguarda le aziende associate. L’intento è quello di realizzare un forte cambiamento culturale nei confronti delle nostre imprese da parte delle istituzioni e dei cittadini, in balia purtroppo molto spesso di una retorica dello scandalo. È indubbio, infatti, che è da una relazione sana tra professionisti sanitari e impresa che si sviluppano la ricerca medico-scientifica e l’innovazione tecnologica. Ma non possiamo tralasciare l’impegno sociale e il suo sviluppo. La sfida che la Confindustria Dispositivi Medici porterà avanti sul tema dell’impegno sociale sarà orientata allo sviluppo di iniziative che amplifichino il valore sociale che già le nostre imprese contribuiscono a trasmettere ai pazienti, attraverso l’industrializzazione di prodotti che altrimenti sarebbero disponibili per pochi. Un rafforzamento dunque dell’impegno sociale già presente nel nostro DNA, che si svilupperà attraverso una stretta collaborazione con Dynamo Camp, impresa sociale che propone alle aziende un approccio personalizzato alla corporate philantropy, ma anche la collaborazione con Paesi in via di sviluppo con l’obiettivo di favorire la formazione del personale medico-sanitario e incentivare la nascita di infrastrutture sanitarie e ambulatori. Un’azione coordinata di questo tipo creerebbe valore per le nostre imprese e occupazione per i Paesi coinvolti, divenendo un potente volano di benessere economico e sociale.

Info: Confindustria Dispositivi Medici.

A cura di Claudia Patrone

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">