È giovane la ricerca delle Scholarship 2018 del Centro Studi e Ricerche Amplifon

Aziende

Giovani ricercatori italiani premiati per i loro studi sull’udito: i vincitori delle borse di studio di quest’anno, che hanno ricevuto dall’amministratore delegato del gruppo, Enrico Vita, le CRS Amplifon Scholarship 2018, sono, da sinistra, Eleonora Trecca, Glauco Cristofaro e Sara Ghiselli. © CRS

Con le borse di studio da settemila euro per i giovani ricercatori italiani, comprese le occasioni preziose di studio all’estero, il Centro Ricerche e Studi Amplifon conferma l’eccellente iniziativa che premia e sostiene gli studi scientifici compiuti da gruppi accademici e clinici del nostro Paese.

Buone notizie dunque, anzi le migliori che un organo di informazione che si occupa di medicina possa divulgare. Con la consapevolezza di investire sul futuro e l’orgoglio di rinnovare un impegno importante per la terza edizione, l’ente diretto da Alberto Golinelli ha conferito, lo scorso 30 novembre, le sue CRS Scholarship 2018 a tre specialisti e specializzandi in Audiologia e Otorinolaringoiatria: di età compresa fra ventotto e trentotto anni, si sono impegnati con lavori inerenti le tematiche dell’udito e ora potranno approfondire le loro conoscenze presso alcuni fra i centri universitari più accreditati al mondo, per un periodo da due a sei mesi, grazie al contributo economico erogato dall’azienda multinazionale degli apparecchi acustici. Quest’anno i riconoscimenti sono stati assegnati in una cerimonia che ha visto partecipare anche il massimo dirigente del marchio, l’amministratore delegato Enrico Vita, durante l’apertura dell’evento Academy AUORL – Associazione Universitaria OtoRinoLaringologi, il consueto e affollato incontro formativo intergenerazionale con gli specializzandi del Paese presieduto, ancora una volta, da Gaetano Paludetti.

Dovuta considerazione ai protagonisti della giornata e alle loro ricerche, pertanto: si tratta di Sara Ghiselli, trentotto anni di Trieste, Glauco Cristofaro, coetaneo di Greve in Chianti (Firenze), e della ventottenne Eleonora Maria Consiglia Trecca di Foggia. La prima, specialista in Audiologia e Foniatria, proviene dalla Struttura Complessa di Otorinolaringoiatria e Audiologia dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Materno e Infantile “Burlo-Garofolo” di Trieste e ha meritato il riconoscimento per il progetto dal titolo “Studio del carico cognitivo e delle aree di attivazione cerebrale durante l’ascolto di musica e voce materna (in situazione di quiete e rumore) in bambini ipoacusici portatori di impianto cocleare precoce”; proseguirà la sua ricerca presso l’Università di Tel Aviv, Israele, su sistemi di pupillometria, eye-tracking e Near-Infrared Spectroscopy (NIRS). Il secondo, specializzando in Otorinolaringoiatria all’Università degli Studi di Firenze, ha studiato la “Protezione del nervo acustico per migliorare l'udito negli utilizzatori di impianti cocleari”; svilupperà nuove ipotesi terapeutiche presso il Centro Medico dell’Università di Utrecht, Paesi Bassi, nel Dipartimento di Otorinolaringologia e Chirurgia Testa-Collo che, in cavie assordate, ha già mostrato una riduzione della degenerazione del nervo utilizzando la neurotrofina BDNF, aprendo la strada alla ricerca su neurotrofine NGF e NE-3 e su inibitori del recettore della tirosinochinasi B (THF). La terza ricercatrice è specializzanda in Otorinolaringoiatria presso l’Università degli Studi di Foggia: si è concentrata sui metodi di prevenzione della perdita uditiva nel corso di interventi chirurgici, con il lavoro dal titolo “Intra-Operative Measures of Auditory Function during Labyrinthectomies, Translabyrinthine Vestibular Schwannoma Removal, Endolymphatic Sac Decompression and Otologic Surgery via a Middle Fossa or Transmastoid Approach”; sarà approfondito nel reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ohio State University, Stati Uniti, prevedendo l'esecuzione di misurazioni intraoperatorie della funzionalità uditiva in un campione di circa novanta pazienti mediante elettrococleografia.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">