Bilancio in crescita e campagna acquisti: Amplifon si compra il concorrente Gaes

Aziende

Dalla sede di Amplifon sono stati diffusi commenti entusiastici per la fase di grande crescita e sviluppo del periodo. © Amplifon

Il gruppo informa gli investitori del continuo consolidamento economico-finanziario, confermando la tendenza superiore al mercato nella distribuzione di apparecchi acustici e nell’innovazione in tema di marketing e acquisizioni: la notizia dell’estate 2018 è l’importante accordo raggiunto in Spagna.

Buone novità quest’anno per Amplifon, che acquisisce «il maggiore operatore specializzato privato del settore retail al mondo», il marchio spagnolo Gaes. La notizia dell’accordo definitivo già sottoscritto per l’operazione nella Penisola iberica è arrivata sul mercato con un comunicato datato 24 luglio 2018. L’evidenza strategica dell’iniziativa non ha bisogno di troppi dettagli: Gaes è un gruppo privato attivo nella distribuzione di ausili per l’udito, soprattutto, ma una parte della sua attività è dedicata anche alla produzione di apparecchi acustici, con il marchio Microson; non si occupa soltanto di protesi, ma anche di impianti Cochlear; lavora con fabbricanti come Starkey e Signia, che integrano l’attuale offerta commerciale di Amplifon. Inoltre, l’azienda fondata a Barcellona da Juan Gassó Bosch e José María Espoy, finora controllata dalla famiglia, è leader in Spagna e nei Paesi di lingua spagnola ed è presente anche in Portogallo, Andorra e America Latina, in Argentina, Cile, Ecuador, Panama, Colombia e Messico, con seicento punti vendita, milleottocento fra dipendenti e collaboratori e ricavi nel 2017 per circa duecentodieci milioni di euro. L’acquisizione, che sarà finalizzata entro il quarto trimestre 2018, ammonta a cinquecentoventotto milioni di euro, corrisposti grazie ad un finanziamento bancario sottoscritto con Unicredit. L’amministratore delegato di Amplifon, Enrico Vita, lavora nell’ottica di «consolidare la leadership globale», immagina «straordinarie opportunità di ulteriore sviluppo, perseguendo l’eccellenza e l’innovazione nella customer experience e creando valore per gli azionisti» e si è dichiarato convinto che la storia comune di qualità del servizio offerto «rappresenti un'opportunità significativa per i dipendenti e i clienti di entrambe le società».

La relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2018, inoltre, non manca di riservare conferme sulla tendenza di forte crescita dei ricavi – +10,2% a cambi costanti – e sul miglioramento della redditività del gruppo, con EBITDA a +8,5% e utile netto a +23,5%: il bilancio relativo si sofferma, in particolare, sulle attività di fusioni e acquisizioni nei mercati-chiave, ma anche sul lancio in Italia della linea di prodotti a marchio Amplifon e del cosiddetto ecosistema digitale multicanale, che dal 2019 interesserà anche altri Paesi. L’espansione della rete distributiva ha riguardato, in questa prima metà dell’anno, anche l’aggiunta di novantasei negozi e cinquantatré shop-in-shop, al netto della cessione degli esercizi Direito de Ouvrir in Brasile, di cui settanta negozi e nove shop-in-shop tramite acquisizioni in Paesi-chiave come il Canada, la Francia e la Germania, per un esborso totale netto di 37,6 milioni di euro, mentre i restanti sono riconducibili a nuove aperture.

Info: Amplifon.

C. P.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">