È il trasmettitore audio wireless, la soluzione per gli impianti AB monolaterali

Tecnologia

È un trasmettitore audio che si collega a impianti cocleari e apparecchi acustici, il Naída™ Link CROS. © Phonak

Fornire l’accesso ai suoni anche ai pazienti affetti da ipoacusia che sono stati riabilitati con impianto cocleare monolaterale e non presentano residui uditivi dall’orecchio controlaterale oggi è facile con la soluzione di Advanced Bionics e Phonak, il trasmettitore audio wireless Naída™ Link CROS.

Da questo dispositivo retroauricolare, infatti, posizionato dalla parte non udente, gli stimoli sonori vengono catturati e direttamente trasferiti al sistema cocleare opposto, in modo da migliorare il recupero sensoriale del portatore che, così, può sentire con maggiore agio i messaggi provenienti da interlocutori posizionati in ogni direzione. La tecnologia, sviluppata da Phonak, da oggi è disponibile anche per gli utenti di Advanced Bionics: la collaborazione fra i due marchi del gruppo Sonova si annuncia interessante, in particolare, per le persone destinate finora a fronteggiare le sfide dell’ascolto unilaterale, in quanto costituisce un’importante e significativa opportunità. Si tratta di una categoria che non si può sottovalutare: le aziende parlano di una fascia percentuale che si attesta dal 30% al 45% degli utilizzatori di impianto cocleare, che non accede al secondo impianto o per indicazioni cliniche sfavorevoli o per cause di natura economica. Il Naída™ Link CROS, in questo senso, costituisce una soluzione di per sé semplice, ma efficace: «È così discreto e facile da usare che basta solamente accenderlo e godere dell’udito da entrambi i lati, indossandolo senza che venga notato», commenta con soddisfazione Advanced Bionics, citando un recente studio che ha dimostrato un miglioramento immediato della comprensione del linguaggio, sia nel silenzio sia nel rumore, e una migliore esperienza uditiva in generale, per chi ha sperimentato l’integrazione dell’impianto cocleare con questo trasmettitore audio in posizione controlaterale. Il dispositivo amplia la famiglia Naída, per le perdite uditive da severe a profonde: utilizzando la proprietaria Binaural VoiceStream Technology™, un collegamento wireless viene creato automaticamente tra il processore sonoro dell’impianto cocleare Naída CI e il trasmettitore Naída Link CROS quando mancano residui uditivi nell’altro orecchio, la protesi acustica Naída Link nel caso della stimolazione bimodale o un secondo processore sonoro cocleare Naída CI in presenza del duplice impianto. «Questo collegamento wireless consente la condivisione di segnali di controllo e lo streaming bidirezionale audio a banda larga, così che tutti gli utilizzatori di impianto cocleare – sottolinea il comunicato stampa del fabbricante – possano beneficiare dell’udito da entrambi i lati».

Advanced Bionics e Phonak non nascondono la soddisfazione per il prodotto: «Siamo entusiasti di portare la tecnologia CROS agli utenti di impianto cocleare: ha cambiato la vita delle persone con sordità monolaterale, e ci aspettiamo gli stessi vantaggi per tutti gli utilizzatori che ascoltano da un singolo impianto», ha dichiarato Stefan Launer, vicepresidente Scienza e Tecnologia, Ricerca e Sviluppo del gruppo. Anthony Spahr, direttore del dipartimento Audiologia e Gestione del Prodotto di Advanced Bionics, ha aggiunto: «Sono veramente eccitato per la differenza che questo farà. L'ascolto con un orecchio presenta grandi sfide per la comunicazione: per gli individui che si affidano ad un singolo impianto cocleare, il Naída Link CROS è il modo migliore per ottenere l'accesso completo al mondo dei suoni».

Info: Advanced Bionics.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">