Attualità su acufeni e disturbi dell’udito: un corso di aggiornamento ECM a Roma

Formazione

L'acufene è uno dei disturbi dell'udito più fastidiosi e invalidanti, spesso associato ad iperacusia, fonofobia e misofonia. © Jason Rogers

Si terrà sotto la responsabilità scientifica di Alberto Eibenstein, il 21 febbraio 2015, il corso di aggiornamento “Acufeni e disturbi dell’udito: attualità ed aspetti multidisciplinari nell’ambito del progetto europeo COST TINNET”: l’appuntamento è a Roma, presso l’Ordine degli Psicologi del Lazio.

Particolarmente significativi sono gli obiettivi dell’iniziativa, descritti nel razionale: «La complessità diagnostica e terapeutica del sintomo dell’acufene – spiegano i promotori – richiede un approccio multidisciplinare che coinvolga l’otorino, l’audiologo, lo psicologo, l’audioprotesista, il fisiatra, il neurologo, lo psichiatra ed eventualmente anche altri specialisti. Il medico di base svolge un ruolo fondamentale nel favorire l’aderenza del paziente ai vari percorsi diagnostici e terapeutici, che sono strettamente personalizzati e devono tener conto di un’attenta valutazione dello stato psicologico. È auspicabile – sottolineano – che, in futuro, il medico sviluppi un atteggiamento interventistico nei confronti di questo sintomo. Da questo diverso atteggiamento e dal progredire delle nostre conoscenze nasce la speranza di portare un numero sempre maggiore di pazienti ad una guarigione completa». La finalità dell’evento formativo proposto è pertanto quella di trasmettere l’esperienza acquisita dai docenti nella loro pratica clinica, che è principalmente rivolta al trattamento degli acufeni e dei disturbi dell’udito correlati: fra questi l’iperacusia, ovvero la sensibilità estrema a suoni forti, ma anche la fonofobia cioè la paura del suono e la misofonia, o sensibilità estrema a suoni specifici associata spesso a disordini di ansia. Nella mattinata didattica verranno illustrate le indicazioni farmacologiche, le ultime innovazioni tecnologiche nel campo delle terapie sonore e la maggiore efficacia terapeutica realizzata con il supporto del counseling cognitivo-comportamentale. Nuove tecniche terapeutiche già utilizzate per il dolore cronico, come la Mindfullness, e terapie sonore, come il metodo Tomatis, verranno presentate come ulteriore opzione terapeutica nei pazienti con disturbi dell’udito e acufeni. Sarà infine presentato il progetto europeo COST TINNET Action BM 1306: il TINNET è un network che raggruppa i maggiori ricercatori europei nel settore degli acufeni e si propone di realizzare entro il 2018 le linee-guida per la diagnosi e il trattamento di questo disturbo così invalidante.

Dopo il saluto delle autorità e l’introduzione del presidente dell’AIOLP – Associazione Italiana Otorinolaringoiatri Libero Professionisti, Carlo Berardi, a partire dalle ore 9, il fitto programma prevede, fino alle ore 13, due sessioni tematiche su “Inquadramento diagnostico di disturbi dell’udito e acufeni” e “Disturbi dell’udito e acufeni: percorsi terapeutici”, moderate rispettivamente da Stefano Urbini e Alberto Eibenstein. Al tavolo dei relatori si alterneranno lo stesso Alberto Eibenstein, professore dell’Università de L’Aquila, con l’“Introduzione: problematiche attuali e obiettivi nella gestione del paziente con acufeni”, seguito da Alessandra Fioretti, otorinolaringoiatria e audiologa presso l’ospedale europeo Tinnitus Center di Roma, oltreché membro italiano del progetto COST TINNET, con “La valutazione audiologica del paziente con acufeni ed iperacusia e presentazione del progetto europeo COST TINNET BM1306”; Eleonora Natalini, psicologa del Tinnitus Center di Roma, presenterà “La valutazione psicologica del paziente con disturbi dell’udito e acufeni”, mentre Dimitris Kikidis, otorinolaringoiatra dell’Università Nazionale Capodistriana di Atene e membro greco del COST TINNET, illustrerà l’“Esperienza clinica dell’Università Nazionale Capodistriana di Atene”; la pausa di metà mattina chiuderà la prima sessione e darà il via alla seconda, che sarà aperta dalla relazione “Acufeni: prospettive terapeutiche” a cura di Alessandra Fioretti, a cui farà seguito l’audioprotesista dell’Audin Clinic di Roma Giorgia Peri con un contributo su “La TRT: terapia sonora e nuove tecnologie”; “Counseling cognitivo-comportamentale per il trattamento degli acufeni e dei disturbi dell’udito” sarà poi il tema del secondo intervento di Eleonora Natalini, che precederà l’“Esperienza clinica della Medical University Innsbruck” illustrata dagli psicologi Roland Moschen e David Riedl dello stesso istituto tirolese; successivamente, “La Mindfulness nel trattamento degli acufeni” sarà la proposta di Manuela Cantagallo, psicologa cognitivo-comportamentale ed educatrice Mindfulness di Trento; Carmela Stillitano, specialista del Mozart Brain Lab, spiegherà infine “Il metodo Tomatis”, prima della discussione e delle conclusioni.

L’iniziativa è accreditata per cinque crediti ECM e fa parte del Programma Nazionale per la Formazione Continua degli Operatori della Sanità: è rivolta a cinquanta partecipanti fra professionisti di Medicina Generale ed Otorinolaringoiatria, medici chirurghi, psicologi, psicoterapeuti e audioprotesisti. La segreteria scientifica è affidata ad Alessandra Fioretti e a Eleonora Natalini, organizzazione a cura del provider ECM Diapo Eventi & Congressi. Appuntamento a Roma, nella Sala dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, in via del Conservatorio 91.

Info: Diapo Eventi & Congressi.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">