Con il giro degli stand, AudiologyNOW! Indianapolis 2017 presenta le innovazioni

Reportage

Il salone AudiologyNOW! di Indianapolis 2017. © V. A.

Il numero degli iscritti diminuisce, ma centocinquanta aziende hanno affollato l’area tecnico-commerciale. Gli operatori rappresentano un terzo dei partecipanti al congresso. Inviati della redazione internazionale hanno incontrato i sei grandi protagonisti del mercato, per scoprire le ultime novità.

GN Hearing

L’amministratore delegato di GN Hearing, Anders Hedegaard. © V. A.

GN Hearing nel 2016 non partecipò ad AudiologyNOW! con ReSound. Quest’anno è tornato con due piccoli stand del marchio. Anders Hedegaard, amministratore delegato, ha spiegato perché gli spazi Audigy erano più grandi: «L’abbiamo fatto deliberatamente. La categoria più rappresentata è quella degli studenti e in Audigy abbiamo un programma per loro. Le due vetrine ReSound servono ad esporre l’apparecchiatura».

Il nuovo prodotto ReSound LiNX 3D è stato presentato in un simposio di tre ore il giorno prima dell’apertura del salone: duecentocinquanta operatori audiologici hanno affollato l’aula in piedi, per ascoltare Laurel Christensen e David Fabry che spiegavano che “Il futuro dell’ascolto intelligente è qui: una nuova dimensione nella cura dell’udito”. ReSound LiNX 3D è la quinta generazione di apparecchio acustico a tecnologia wireless 2,4 GHz di GN Hearing: è stato lanciato sul mercato con la ReSound Smart 3D App™, il software ReSound Smart Fit™ e il ReSound Assist per la sintonizzazione remota. Durante l’incontro con gli analisti e gli investitori, il 6 aprile, GN Hearing ha eseguito la prima sintonizzazione remota transatlantica al mondo di un apparecchio acustico in diretta davanti ad un pubblico. La sintonizzazione remota di un ReSound LiNX 3D è stata condotta dal vicepresidente degli Affari Medici di GN Hearing David Fabry e dal senior audiologist Steve Hallenbeck. Apparendo in un collegamento video, il quarantasettenne Karsten Videbæk, portatore di ReSound LiNX 3D residente in Danimarca, ha inoltrato la richiesta attraverso la funzionalità di sintonizzazione remota della ReSound Smart 3D App. Dopo aver ricevuto la richiesta, Hallenbeck ha inviato un aggiornamento del software allo smartphone di Videbæk tramite una connessione cloud protetta. GN ritiene che questa innovazione aiuti l’audioprotesista a fornire un servizio clinico più efficiente, riducendo potenzialmente le visite al centro del 50%. Parlando con gli analisti, Hedegaard ha descritto la gamma di prodotti LiNX 3D come «la più avanzata innovazione nella cura dell’udito», che attualmente è «un’esperienza uditiva, non solo un apparecchio acustico». Nonostante il lancio si riferisca alla prima soluzione acustica per la sintonizzazione remota basata su cloud che sfrutta diversi primati dell’industria, l’obiettivo principale era quello di creare una migliore esperienza sonora per il paziente con una qualità audio senza pari. Hedegaard ha dichiarato: «Siamo stati molto concentrati sui portatori dei nostri apparecchi e sulle loro esistenze. Il nostro settore non presta sufficiente attenzione agli utenti finali. Dobbiamo essere certi di avere prodotti innovativi per gli operatori, ma dobbiamo anche pensare che, affinché essi lavorino al meglio, dobbiamo anche soddisfare gli utilizzatori diretti». Ad Audiology Infos Anders Hedegaard ha riassunto il nuovo ReSound LiNX 3D: «I tre concetti da sottolineare riguardano il fatto che abbiamo migliorato la qualità del suono con la direzionalità binaurale che non è seconda a nessuno, offrendo una prestazione senza pari, inoltre abbiamo introdotto un software per il fitting più facile da usare, che rende il lavoro dell’audioprotesista o dell’audiologo più veloce, infine abbiamo reso possibile fornire l’assistenza audiologica ovunque con la sintonizzazione remota. Questi sono i tre principi-guida del prodotto. Offre un’esperienza, non è solo un apparecchio». L’intera gamma LiNX 3D è disponibile a livello mondiale in tutti i mercati primari, in tutti i formati e nei livelli di performance top e plus.